Il Teatro

Un teatro di pietra permanente immerso nella natura

Tones on the Stones intraprende un percorso di trasformazione di una cava dismessa in un Teatro permanente immerso nella Natura: la cava Roncino, si trova nella località di Oira una piccola frazione della Valle Ossola, tra boschi, vigneti terrazzati e antichi borghi in pietra. Il paesaggio circostante evidenzia quanto la storia del territorio sia profondamente legata all’estrazione della pietra, alla sua lavorazione anche attraverso un ampio uso nell’architettura rurale locale. Un patrimonio storico, economico e culturale che Tones on the Stones ha sempre cercato di raccontare e valorizzare.

La conversione di uno spazio industriale in luogo della cultura si propone anche come un’opportunità di sviluppo per un territorio che ha una forte vocazione turistica. Convertire una criticità in opportunità, promuovere il binomio Cultura e Natura in un momento storico che ha rivelato tutte le fragilità del sistema urbano, ci sembra una sfida molto interessante e motivante.

Il nuovo Teatro diventerà la casa di Tones on the Stones, uno spazio per produzioni site-specific, per progetti in co-produzione con partner internazionali, un luogo per dar vita a laboratori di formazione per artisti e per attività destinate a studenti e cittadini sui temi dell’ambiente e della sostenibilità.

Il Teatro favorirà la vocazione di Tones on the Stones di fare ricerca nell’ambito delle tecnologie digitali applicate alla produzione di spettacoli dal vivo outdoor, per dar vita a produzioni di grandi show immersivi, installazioni e progetti sperimentali audio-visivi con artisti in residenza. Uno spazio che rappresenta una grande boccata di ossigeno, nel quale potersi incontrare, confrontare e creare, nel quale il digitale è totalmente al servizio dell’analogico che mai come oggi, appare l’aspetto più prezioso del processo creativo.

PROGETTO ARCHITETTONICO A CURA DI FUZZ ATELIER

Masterplan

Il progetto per “Un Teatro di Pietra della Natura” si configura come un intervento site-specific in grado di valorizzare il contesto paesaggistico attraverso una strategia compositiva modulare e flessibile a diverse modalità di utilizzo. La disposizione funzionale dell’intero progetto, si imposta sulle linee geometriche definite dalla cava, assecondando la morfologia del paesaggio.

Il progetto oltre a prevedere la predisposizione dello spazio per eventi, articola una serie di funzioni accessorie per il corretto sviluppo di tutte le attività. Il masterplan prevede l’inserimento di un ticket office, un’area ristoro, un’area bar, uno stage attrezzato con relativo backstage, un’area tecnica, un’area per workshop ed infine un’area per il campeggio con relativo punto ristoro.

Il masterplan si completa con la riqualificazione del percorso di accesso alla cava, articolando un itinerario didattico in grado di narrare la storia e lo sviluppo del progetto attraverso piccoli spazi informativi disseminati nel tragitto.

Progetto

Il concept elaborato per “Un Teatro di Pietra della Natura” rappresenta un primo momento di riflessione progettuale per la ri-scrittura di un luogo, la cava Roncino, abbandonata da diversi anni. Il progetto è stato pensato come un processo diluito nel tempo, aperto a modifiche e trasformazioni.

La strategia architettonica si imposta secondo tre principi fondamentali: modularità – trasparenza – flessibilità. Questi tre aspetti determinano un approccio in costante dialogo con la natura circostante e con i futuri fruitori che potranno plasmare lo spazio secondo le proprie necessità. Il processo costruttivo prevede una stratificazione di tre componenti principali: una struttura modulare in acciaio, pannelli di rivestimento modulari di pietre locali e volumi prefabbricati, inoltre verrà integrata la tecnologia costruttiva dei gabbioni di pietra modulari.

L’area predisposta per gli eventi, manifesta i caratteri distintivi della tipologia architettonica del teatro, prefigurando un assetto compositivo simmetrico nonostante le irregolarità presentate dalle pareti della cava. Il progetto si sviluppa intorno ad un vuoto centrale su cui si attestano sui lati lunghi della cava, le strutture che ospiteranno le attività accessorie.

Il progetto per “Un Teatro di Pietra della Natura” si afferma come opera architettonica-paesaggistica in grado di impostare un nuovo dialogo con il contesto naturale e con la storia del luogo, permettendo una continuità narrativa che trae le proprie radici dal passato, tramandando alle future generazioni la possibilità di continuare a vivere questi spazi, contribuendo alla loro trasformazione.

Sponsors and partners

Main Sponsor
Sponsor
Sponsor tecnici
Media Partner